SINDACALE
16 luglio 2014

SINDACALE

 

 Illustre Commissario
sono ormai diversi mesi che Lei è alla guida della Provincia di Roma, una provincia che da sempre svolge un ruolo fondamentale su un territorio unico nel suo genere che comprende zone montane e coste, aree altamente produttive e zone marginali, ma soprattutto l'hinterland di Roma con tutto ciò che ne consegue.
Composta da 120 comuni di cui Roma è uno di questi , spesso la Provincia è stata salvagente per le realtà più piccole che con attenzione sono state guidate verso processi innovativi (Provincia WiFi), percorsi che incentivano le imprese (Provincia Attiva), anche attraverso il rinnovamento e l'adeguamento di infrastrutture fondamentali come le scuole o le strade.
La più grande e importante provincia d'Italia con oltre un milione di abitanti merita una attenzione in più, specialmente rispetto ad un radicale processo di riforma che sta avvenendo sull'Ente e che, nel prossimo ottobre, lo vedrà  protagonista dell'insediamento del Consiglio Metropolitano
L'Ente che Lei ha il compito di amministrare, non è solo istituzionalmente rilevante ma, grazie a gestioni virtuose, è anche economicamente solido e ciò fa si che, prima i cittadini, poi soprattutto le imprese, ripongano speranza in un attivismo che rapidamente e con efficacia si possa contrapporre all'elevatissimo indebitamento regionale piuttosto che all'incompetenza comunale.
Siamo certi che la Provincia di Roma, protagonista del passato con le grandi opere tipo la Nomentana Bis insieme alla nuova sede dell'EUR, possa tornare a svolgere il suo ruolo di ponte verso il futuro senza essere relegata ad un immobilismo che non fa bene  all'Ente ma soprattutto danneggia le imprese che insistono su questo territorio.
Abbiamo inoltre la convinzione che argomenti tipo il CREDITO con il sostegno ai confidi, la VALORIZZAZIONE DELLE AREE AGRICOLE con investimenti sulle strade rurali, i PROGRAMMI DI SVILUPPO TURISTICO, il WELFARE ed una politica mirata di SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI, possano essere alcuni degli argomenti chiave per la prosecuzione di un rapporto affidabile e  duraturo tra Ente e tessuto sociale.
Concludendo in qualità di Organizzazione di rappresentanza siamo sinceramente preoccupati perché crediamo che, in un momento difficile come questo, la virtuosità, cosa sempre più rara, debba essere messa a disposizione per continuare a costruire con politiche di visione di sistema, percorsi che riescano ad attuare programmi che incentivino crescita e stabilità.
Rimanendo a Sua disposizione per un confronto in merito, certi di poter essere di supporto per ogni decisione attiva che volesse decidere di prendere, cordialmente porgiamo i nostri più distinti saluti

                                                                                                     Coldiretti Roma
                                                                                                       Il Presidente
                                                                                                      David Granieri  

 

Seguici su Twitter Coldiretti Lazio

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi