Sicurezza in azienda
6 giugno 2010

Sicurezza in azienda

Grande partecipazione e molto interesse per il primo degli incontri programmati
da Coldiretti per analizzare i problemi legati alla sicurezza in azienda. A
Ripi, presso la sala Giovanni Paolo II, dopo i saluti del direttore provinciale
Coldiretti Frosinone, Gianni Lisi, si sono susseguti gli interventi del Dott.
Giancarlo Pizzutelli, direttore dipart. Prevenzione dell’Asl di Frosinone, la
dott.ssa Lucilla Boschero, resp.le unità operativa Pre.S.A.L. della stessa
azienda e il Dott. Luca Gasbarra, tecnico di prevenzione ed esperto di macchine
agricole (distretto B) Asl di Frosinone. A concludere la riunione Loris
Benacquista, presidente provinciale della Coldiretti ciociara.
“Siamo soddisfatti della riuscita di questa prima esperienza – ha commentato
Gianni Lisi – nata grazie alla collaborazione con i responsabili dell’Asl.
Tutto quanto ciò rientra nel progetto di Coldiretti “per una filiera agricola
tutta italiana”: un buon prodotto non può che essere frutto di un buon lavoro,
realizzato in sicurezza sia per i lavoratori autonomi che per i dipendenti. La
sicurezza – aggiunge Lisi - non deve essere concepita come un costo aziendale,
ma come un investimento. Gli esperti della Asl, dopo la relazione di
Pizzutelli, hanno esposto con dati e analisi le diverse situazioni a livello
nazionale, regionale e provinciale. Proprio sulle cifre si è aperta la
riflessione. Tra gli altri, presente nel folto pubblico, anche Ennio Faustini
che ha rimarcato il ruolo dell’organizzazione agricola in Ciociaria e a Ripi in
particolare per tutti gli imprenditori agricoli e non solo dando atto della
vitalità che negli utlimi tempi l’associazione di categoria sta facendo
registrare in molti ambiti. L'obiettivo è stato quello  aggiornare i titolari
delle imprese agricole circa le nuove norme ed i controlli da fare non solo ai
mezzi agricoli ma anche nei luoghi di lavoro al fine di non avere nessun
inconveniente. L’interesse quando si toccano questi aspetti è notevole anche
perchè, purtroppo, sono molti gli incidenti in agricoltura che accadono sempre
più spesso a causa di disattenzione. L’approfondimento ha permesso di
realizzare un nuovo modello di agricoltura con i valori della trasparenza e
della responsabilità in collaborazione con chi è deputato a far rispettare la
concretizzazione di tali valori in norme. Occorre sostituire la cultura della
sanzione con quella della prevenzione – ha detto ancora Lisi. Il confronto
chiaro e trasparente è fondamentale, abbiamo tutti lo stesso obiettivo la
salvaguardia della salute dei lavoratori nelle aziende”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi