Manifestazione a Roma
28 giugno 2012

Manifestazione a Roma

Il bando relativo agli aiuti previsti per le imprese agricole colpite di danni della neve del febbraio scorso a breve sarà licenziato e pubblicato. A confermarlo l’assessore regionale alle politiche agricole della Regione Lazio che al termine della mega manifestazione indetta da Coldiretti Lazio ha incontrato una folta e qualificata delegazione di imprenditori e dirigenti della Coldiretti ciociara. Per la prima volta alla Pisana, sede del consiglio regionale del Lazio, la Coldiretti laziale oltre a più di 2000 imprenditori e a 30 trattori ha portato la mucca “Rinascita” che ha fatto una sfilata dinanzi l’ingresso prima di accomodarsi all’ombra nei pressi del palco da dove i vertici dell’organizzazione hanno ribadito i perché della protesta. “Oltre alla risposta del bando per la neve – ha detto De Cesare – sia per il settore del latte che per quello dei prodotti a km zero sono arrivate risposte concrete che si traducono nelle due convocazioni di apposita commissione ed incontro per martedì prossimo. D’altronde il settore del latte versa in una crisi profonda da troppo tempo e la proposta di legge per i prodotti a km zero è in stand-by da più di un anno e mezzo. Con fischietti, cappelli, foulard e bandiere la delegazione ciociara capeggiata dal presidente Gilmar Mastroianni oltre che dallo stesso De Cesare ha raggiunto la Capitale con pullman e auto si dalle prime ore della mattinata. “Anche per il freno da dare alla burocrazia in agricoltura – ha detto Mastroianni – arrivano segnali importanti che vogliamo sottolineare auspicando una rapida soluzione ai processi legislativi da noi proposti proprio per evitare lungaggini e costi onerosi per imprese. Oggi di media ogni imprenditore perde oltre 100 giorni a causa della burocrazia e tutto ciò non è davvero più possibile. La Presidente Polverini ha ricevuto i vertici di Coldiretti Lazio garantendo impegni precisi ribaditi poi dagli assessori Mattei, ambiente, e Birindelli, politiche agricole, nel corso di una riunione con una delegazione di oltre 150 tra dirigenti ed imprenditori agricoli laziali. Non vogliamo fondi o aiuti economici – ha ribadito De Cesare - ma solo che le proposte di legge possano divenire realtà non solo per le imprese ma anche per tutti i consumatori la situazione non è più tollerabile e circa 20 proposte di legge devono trovare spazio e tempo per essere discusse ed approvate per il futuro delle aziende e la tutela delle eccellenze del nostro territorio.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi