23 Gennaio 2019
LEGGE DI BILANCIO 2019: LE NOVITA’ PER PRODUTTORI E RACCOGLITORI DI TARTUFI

La legge di Bilancio ha modificato in maniera significativa la disciplina IVA applicabile alle cessioni di tartufi. In forza della nuova normativa, infatti, si applica:

-              L’aliquota IVA ridotta del 5% per le cessioni di tartufi freschi o refrigerati;

-              L’aliquota IVA del 10% per le cessioni di tartufi congelati, essiccati o preservati immersi in acqua salata, solforata o addizionata di altre sostanze atte ad assicurare temporaneamente la conservazione, ma non preparati per il consumo immediato.

Per i raccoglitori occasionali di tartufo, in possesso del titolo di raccolta rilasciato dalla Regione o dall’Ente di competenza, è stata introdotta un’imposta sostituiva dell’IRPEF e delle relative addizionali pari a 100 euro all’anno. Tale imposta deve essere pagata entro il 16 febbraio dell’anno di competenza. L’imposta sostitutiva è dovuta dalle persone fisiche che svolgono attività di raccolta occasionale che percepiscono corrispettivi inferiori ai 7.000 euro annui.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi