EMERGENZA KIWI
15 aprile 2011

EMERGENZA KIWI

Il Consiglio Direttivo della Coldiretti Lazio ha ospitato l’Assessore Regionale Angela Birindelli:
presentate le proposte per fronteggiare la crisi, in primo piano il reperimento di risorse adeguate

Il Consiglio Direttivo di Coldiretti Lazio si è riunito mercoledì 13 aprile con un ospite d’eccezione: l’Assessore Regionale all’Agricoltura Angela Birindelli. Un’occasione per presentare al referente istituzionale regionale le proprie proposte per fronteggiare la crisi che sta interessando due comparti trainanti per l’economia agricola regionale: la produzione del kiwi ed il comparto ovi-caprino.
“La batteriosi del Kiwi sta distruggendo un  settore che è oggi il fiore all’occhiello dell’agricoltura laziale, occorre un intervento immediato e mirato – dichiara Massimo Gargano, Presidente di Coldiretti Lazio – La nostra regione produce quasi un quarto del prodotto mondiale di Kiwi, che ha anche ottenuto dall’Unione Europea l’importante riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta. Ora le imprese sono in ginocchio e, a meno di una inversione di tendenza e che non si trovino risorse adeguate, il rischio è quello che troppe “chiacchiere” finiscano per portare alla distruzione delle nostre piantagioni.” Abbiamo presentato all’Assessore Birindelli le nostre proposte – fa notare il presidente Coldiretti di Viterbo Leonardo Michelini frutto di numerose assemblee sul territorio, nelle quali le imprese hanno potuto darci le indicazioni che servivano.
“ L’altra crisi, che richiede tutta l’attenzione necessaria ed interventi rapidi, è quella del comparto ovi-caprino che soffre di un prezzo del latte alla stalla che non copre più neanche i costi di produzione. Per il comparto sono necessari – dichiara il direttore della Coldiretti di Viterbo Gabriel Battistelli - sia interventi mirati a ridurre i costi di produzione alle imprese, che azioni promozionali capaci di favorire una maggiore possibilità di penetrazione sui mercati nazionali, locali ed internazionali, dei prodotti laziali, quali formaggi, ricotta e abbacchi, in particolare quelli a marchio riconosciuto. E’ inoltre importante accorciare i tempi per il finanziamento del provvedimento sul benessere animale”.
L’Assessore Regionale all’Agricoltura ha molto apprezzato la capacità di Coldiretti di fare proposte concrete ed ha convenuto sulla necessità di interventi mirati e rapidi..
“E’ stata per me una occasione importante per confrontarmi con la dirigenza di una organizzazione agricola sempre così presente sul territorio e soprattutto sempre attenta e tempestiva nel tutelare gli interessi degli imprenditori agricoli che operano nella nostra Regione e che sono il veicolo principale per promuovere il nostro territorio e le sue produzioni tipiche, di eccellenza e di qualità – ha esordito l’Assessore Birindelli - Sulla “vertenza ovicaprina” intendo procedere con la costituzione del tavolo istituzionale permanente per condividere le linee di azioni necessarie per uscire dalla crisi puntando su un prezzo equo del latte, sull’assistenza tecnica alle imprese e sulla promozione dei prodotti a marchio laziale che usino il latte delle nostre stalle e che sappiano valorizzare il lavoro delle imprese della nostra regione”.
“Per la situazione del kiwi – aggiunge l’Assessore -  credo che l’approvazione della Legge 2/2011 sulle fitopatie, coerente con il decreto del MIPAAF, sia la base e lo strumento per affrontare il problema. Occorre consolidare i compiti del Tavolo regionale, in particolare dobbiamo monitorare la situazione definendo tutte le questioni per la redazione di un Piano per l’eradicazione della malattia e per poter, quanto prima, procedere all’erogazione dei contributi di ristoro dei danni agli agricoltori colpiti, coordinare la ricerca regionale in materia e verificarne la coerenza con quella nazionale anche per il reperimento, con il governo nazionale, di ulteriori risorse”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi