CONSORZIO DI BONIFICA MAREMMA ETRUSCA
31 ottobre 2011

CONSORZIO DI BONIFICA MAREMMA ETRUSCA

Presentata la lista “Uniti per l’agricoltura”

Presentata sabato mattina la lista “Uniti per l’agricoltura” che vede Coldiretti e CIA insieme per il rinnovo del consiglio del Consorzio di Bonifica della Maremma Etrusca. La lista presentata, nel segno della continuità e degli accordi presi alle precedenti consultazioni elettorali, vuole proseguire nella gestione unitaria dell’ente chiamato a svolgere una importante funzione per la tutela e la valorizzazione del territorio e degli ecosistemi ambientali. Il Consorzio di bonifica è da sempre impegnato a programmare e gestire sul territorio l’importante e complesso sistema irriguo per di garantire all’agricoltura quella elasticità e qualità nelle produzioni necessarie per affrontare la concorrenza dei mercati. Consapevoli del ruolo fondamentale svolto dal Consorzio e dalla buona gestione unitaria degli ultimi anni, Coldiretti e CIA si sono impegnati fino all’ultimo per un coinvolgimento di tutto il mondo agricolo nella sua gestione ma una sigla di rappresentanza ha scelto, nonostante gli impegni assunti cinque anni fa, una strada di rottura del mondo agricolo dando voce a personalismi che non fanno certamente bene ad un settore che in alcune realtà sensibili come può essere Tarquinia ha dimostrato che una unità di intenti porta a risultati importanti per l’intero territorio. Chiunque oggi si presenta, al di fuori della lista 1 – “Uniti per l’agricoltura”, lo fa a titolo strettamente personale e non come indicazione o condivisione ne della Coldiretti ne della CIA che hanno fatto attraverso i loro consigli provinciali e territoriali la scelta di correre insieme e di rispettare gli impegni presi e sottoscritti cinque anni fa. Questi sono i presupposti con i quali i componenti della lista “Uniti per l’agricoltura” pensano di amministrare l’ente di bonifica dopo aver cercato in tutti i modi di evitare ogni assoluta rottura  con l’impegno di gestire un ente che deve essere ad esclusivo servizio degli agricoltori e dei consorziati, ascoltando e dando risposte certe a tutti. Il Consorzio non dovrà essere l’ennesimo carrozzone ad uso e consumo di amici, ed amici degli amici, come qualcuno sta dimostrando di volere fare. Sicuramente non mancheranno i colpi bassi che durano lo spazio di un voto, anzi sono già iniziati. Una cosa è certa: Coldiretti e CIA non hanno nessuna intenzione di sottrarsi ad un confronto leale, trasparente e non demagogico, sulle scelte che potranno avere delle conseguenze per le nostre imprese e soprattutto per la tutela del nostro territorio. Nelle prossime settimane saremo impegnati in tutta la Maremma a spiegare anche a tutti gli altri proprietari di terreni e abitazioni l’importanza di questa scelta che non può essere ridotta ad una fastidiosa e non indispensabile formalità burocratica. Il voto del 20 novembre è un appuntamento da non mancare, il contributo di ciascuno sarà determinante.

Seguici su Twitter Coldiretti
Seguici su Twitter Coldiretti Lazio
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi