CONSORZIO AGRARIO
6 ottobre 2011

CONSORZIO AGRARIO

 “Il futuro della filiera del frumento tra qualità e reddito”

Si è tenuto mercoledì 5 ottobre 2011 presso la Camera di Commercio di Viterbo il Convegno dal titolo “Il futuro della filiera del frumento tra qualità e reddito”, organizzato dal Consorzio Agrario di Viterbo in collaborazione con la Facoltà di Agraria Dip. DAFNE dell'Università degli studi della Tuscia. L'incontro, al quale hanno partecipato numerose e importanti aziende agricole del viterbese è stato aperto dal Presidente del CAP Ing. Leonardo Michelini che ha presentato la Società “Consorzi Agrari d'Italia”, della quale fa parte anche il CAP di Viterbo e illustrato le opportunità di filiera per le imprese del Viterbese. “Rilanciare la filiera dei prodotti agricoli italiani a cominciare dai cereali - ha affermato Michelini - diventa fondamentale per il rilancio dell'economia di interi territori. L'aggregazione del prodotto, la capacità di commercializzarlo in maniera collettiva e la  possibilità di usufruire di importanti contratti come quello tra i Consorzi Agrari e l'industria Barilla rappresenta una opportunità con ricadute positive su tutte le imprese del settore".
Il Dott. Francesco Monzillo, Segretario Generale della Camera di Commercio, nel suo saluto ha rimarcato come questo incontro rappresenti un momento importante di aggregazione e di sinergia tra Consorzio Agrario e Università della Tuscia, due strutture fondamentali e strategiche per l'intera Regione. Il Prof. Domenico Lafiandra ha illustrato l'attività di ricerca portata avanti dalla Facoltà di Agraria dell'Università della Tuscia volta al miglioramento genetico delle varietà di frumento per aumentare la qualità delle produzioni, al fine di soddisfare le esigenze del consumatore finale che è sempre più attento al cibo e agli effetti benefici che certi alimenti possono portare alla salute. In particolare si è soffermato agli effetti benefici riscontrati sul consumo di pasta prodotta con certe varietà di grano duro nella lotta al tumore del colon. A seguire il Prof. Francesco Rossini ha indicato alcuni metodi per ottimizzare i costi nella coltivazione del frumento prestando attenzione alle modalità di lavorazione e all'uso ponderato di concimi e fertilizzanti.
Giorgio Banella, responsabile commerciale del Consorzio, nel suo intervento ha illustrato i metodi di commercializzazione dei cereali adottate dal CAP di Viterbo approfondendo la modalità del contratto di vendita modulato. L'ultimo relatore dell'incontro è stato Andrea Tarantello che ha presentato le varietà di frumento commercializzate dal CAP di Viterbo. Gli interventi conclusivi del Prof. La Fiandra e del Presidente Leonardo Michelini hanno ribadito la necessità che il rapporto di sinergia tra Università e Consorzio Agrario si rafforzi sempre più per contribuire al miglioramento delle produzioni agricole del viterbese e alla crescita delle imprese.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi