16 marzo 2015

COLDIRETTI CONTINUA LA SUA BATTAGLIA PER L’IMU. SENZA POLEMICHE.

dal versamento dell’IMU sui terreni agricoli e sui beni strumentali, perché chi di agricoltura vive e lavora con grande sacrificio e abnegazione svolge un'attività da cui trae beneficio indiretto l’intero territorio e l'intera collettività, indipendentemente dalle altimetrie o dalle classificazioni Istat, o quantomeno tra categorie di associazione non ci sono mai piaciute e non inizieranno ora. La questione sull’Imposta Municipale Unica, per la quale Coldiretti si è molto battuta, ha altre priorità che meritano la nostra attenzione, come quella che ribadiamo da tempo, ossia: rivedere l’elenco Istat ormai vecchio e che non tiene più conto delle mutate situazioni reddituali delle singole zone, estendere a tutti i CD e IAP l’esenzione dell’imposta a prescindere dalla zona di appartenenza, estendere l'esenzione anche a CD e IAP pensionati non più attivi che anno affittato soprattutto a figli che hanno presentato un piano di sviluppo rurale (primo insediamento) e dare la possibilità a chi affitta il terreno ad un CD o IAP di avere la stessa riduzione del coefficiente moltiplicatore al 0,75 per cento” ha concluso il Presidente di Coldiretti Viterbo Mauro Pacifici.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi