AMASENO
30 maggio 2017

AMASENO

Visita a sorpresa dell’assessore regionale all’agricoltura ad Amaseno. Un pomeriggio in giro tra allevamenti, caseifici aziendali e punti di vendita diretta per informarsi e pianificare le nuove politiche di sostegno e sviluppo a favore del comparto bufalino, una voce sempre più significativa del Pil agricolo della Ciociaria. “Amaseno era una tappa obbligata del tour che sto facendo nel Lazio per un aggiornamento operativo sulle diverse filiere produttive che segnano i trend di maggior espansione produttiva e commerciale. Avevo promesso a Salvatore Rinna che sarei venuto. Ho mantenuto la parola” ha detto Hausmann. Ad accoglierlo, anche i direttori della Coldiretti del Lazio e di Frosinone, Aldo Mattia e Pietro Greco. “L’aspetto che più mi entusiasma – ha detto Greco – è il numero dei giovani che hanno scelto di investire sulle bufale. Sono tanti, determinati, hanno avviato nuovi allevamenti col sostegno economico delle famiglie, ma rapportandosi anche col Piano di sviluppo rurale e presentando domande di accesso ai finanziamenti europei. Qui sta davvero nascendo una nuova generazione di allevatori”. Hausmann ha visitato caseifici e allevamenti. “La vivacità imprenditoriale e produttiva che si avverte ad Amaseno è sintomatica di una prospettiva che posiziona il comparto bufalino tra quelli a forte sviluppo e con traiettorie di espansione non più confinate nel solo ambito regionale. Certo, la piazza del consumo di Roma va monitorata e alimentata costantemente, ma qui ci sono le condizioni per conquistare nuove quote di mercato nazionale grazie ad una rete locale ben organizzata e che ha dimostrato – ha commentato l’assessore – di saper valorizzare al meglio la qualità del prodotto”. Ad Amaseno vengono allevate 14.000 bufale in oltre 200 allevamenti per una produzione giornaliera di 400 quintali di latte che diventano, ogni giorno, 100 quintali di mozzarella. Rinna è presidente della cooperativa consorzio allevatori bufalini di Amaseno, che conta 40 soci. Da poco è alla guida anche della nuova coop agricola (15 associati) che sta per avviare un caseificio sociale semi-industriale per produrre mozzarelle. Ma non solo. L’anno prossimo entrerà in funzione anche il suo nuovo caseificio di famiglia. “Si affaccerà sulla Monti Lepini. Farà produzioni esclusivamente artigianali e – annuncia Rinna – lo gestirò con moglie e figli. Accanto al punto vendita apriremo anche un ristorante per la degustazione di tutti i prodotti di bufala, carne compresa”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi